La Vera Economia dei Diritti Umani

    La forma di schiavitù moderna

    Articolo 4 del DUDU (Dichiarazione Universale dei Diritti Umani)

    Articolo 4Nessun individuo potrà essere tenuto in stato di schiavitù o di servitù la schiavitù e la tratta degli schiavi saranno proibite sotto qualsiasi forma. 1

    NESSUN INDIVIDUO POTRÀ ESSERE TENUTO IN STATO DI SCHIAVITÙ O DI SERVITÙ; LA SCHIAVITÙ E LA TRATTA DEGLI SCHIAVI SARANNO PROIBITE SOTTO QUALSIASI FORMA.

    Il primo paese a proibire la tratta degli schiavi fu la repubblica di Venezia nel 960 ma nel diritto internazionale bisogna arrivare al 1815 per trovare la prima Dichiarazione riguardante l’abolizione della tratta degli schiavi. L’8 febbraio del 1815 venne, infatti, firmata e poi allegata come annesso XV all’Atto Finale (9 giugno 1815) del Congresso di Vienna (ma compariva già come allegato al Trattato di Parigi del 30 maggio 1814), una Declaration au sujet de l’abolition de la traite des nègres d’Afrique ou du commerce des enclave, che stabiliva immediatamente “que le commerce connu sous le nom de Traite des nègres d’Afrique a été envisagé par les hommes éclairés de tous les temps, comme répugnant aux principes d’humanité et de morale universelle"

    Ci sono forme subdole di riduzione in schiavitù come quelle praticate da sette e da fondamentalismi di varia ascendenza. Una forma tanto diffusa quanto di difficile sradicamento è quella domestica. Forma di schiavitù ripugnante è quella perpetrata dal ‘caporalato’ nei riguardi di contadini e operai provenienti da paesi poveri. E c’è la riduzione in “servitù”, se non la vogliamo chiamare “schiavitù”, di interi strati sociali ad opera di cosche mafiose, n’drangheta e camorra. Ancora. Il tradizionale commercio di schiavi dall’Africa è cessato, ma c’è la schiavitù di intere popolazioni, in varie parti del mondo, costrette alla monocultura e quindi a rinunciare all’autosufficienza alimentare. Di contro, c’è la schiavitù prodotta dal virus del consumismo nei riguardi di quella minoranza d’umanità che a suo tempo schiavizzava i popoli coloniali. Una forma di schiavitù, estremamente pervasiva, è quella elegantemente coltivata dal Fondo Monetario Internazionale all’insegna delle politiche di “aggiustamento strutturale”, cioè dello strozzinaggio nei confronti dei più deboli.
    Le legislazioni nazionali ed europea tentano di arginare la metastasi delle moderne e antiche forme di schiavitù. Il loro compito sarebbe agevolato se avessero il coraggio di recepire integralmente, per esempio in appropriate leggi sull’immigrazione e sui diritti di cittadinanza, l’approccio “diritti umani” che è proprio della normativa delle Nazioni Unite e dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro.

    Fonti:

    Articolo 4 - Divieto di schiavitù

    Abolizione della tratta degli schiavi

    La tratta degli esseri umani. Un problema globale

    Qualsiasi forma di sfruttamento può essere connotata come forma di schiavitù. La forma di schiavitù moderna viene esercitata attraverso una truffa: il debito. Partendo dalla cima (banche centrali e Fondo Monetario Internazionale) tutta la moneta che costituisce il circolante viene immesso con una contropartita a debito. Per rendere l'idea è come se io creo del denaro a costo zero, lo dò a qualcuno che lavora che poi però me lo deve restituire. Praticamente ho rubato il frutto del suo lavoro. Questo è il risultato. Non viene compreso perchè nessuno ce lo presta direttamente (a parte i mutui e i prestiti diretti, anch'essi truffe legate alla creazione di denaro dal nulla), ma attraverso una lunga serie di intermediazioni in cui, alla fine, è il cittadino comune il DEBITORE. Tutta quella creazione con relativo e criminale debito è la Nostra ricchezza ottenuta con impegno, dedizione e sudore. Tutti capirebbero all'istante una schiavitù esercitata con la forza e la frusta, molto più raffinato e difficile (spesso per mancanza di volontà) capire i moderni mezzi di schiavitù. Chi sta dietro le quinte si sono evoluti nella forma lasciando inalterata la sostanza. Noi, comuni cittadini, quasi tutti, non abbiamo fatto altrettanto e consideriamo il debito contratto alla creazione di valore monetario una normalità. Questo vuole essere uno spunto a riflettere, nulla di più. Perchè tanto poi i destinatari della schiavitù siamo proprio Noi stessi che, inconsapevolmente, accettiamo per nostra stessa ignoranza (dal verbo ignorare, non considerare, evitare di comprendere).

    PDF Presentazione Vera Economia dei Diritti Umani

    PDF Presentazione Vera Economia dei Diritti Umani

    Questo sito utilizza cookies propri e di terze parti per migliorare la tua esperienza di navigazione.

    Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookies. Per maggiori informazioni leggi la Privacy Policy

    Approvo